Una città devastata, il ciclo dei rifiuti al collasso, il verde deturpato, il sistema degli appalti gestito dalla cupola mafiosa che per anni è stata legata a doppio filo con la pubblica amministrazione. Per i magistrati della Corte dei conti del Lazio, dopo “Mafia Capitale”, Roma è una città offesa e sfregiata, paralizzata, che ci metterà tempo a rimettersi in sesto. Un danno che, per i giudici contabili vale circa venti milioni di euro: 19.864.398, per l’esattezza. È la cifra che i…

fonte clicca qui

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *